MAIL ART SERVICE

ARCHIVIO LUIGI PIRANDELLO di SACILE – ITALIA

a cura di Andrea Bonanno

 

MAIL ART SERVICE n° 114 Giugno 2021

 

L’Archivio di Mail Art – Arte   e Letteratura – “LUIGI PIRANDELLO” di Sacile (PN) s’interessa, oltre che di Mail Art, di Arte e Letteratura, promuovendo gli autori e le loro opere per un vasto  dibattito  e  conoscenza culturali. In questa ottica pubblica, fuori commercio e per i mailartisti, questo bollettino informativo con uscita non periodica, comprendente molte ru- briche riguardanti autori e progetti di Mail Art.

MAIL ART SERVICE viene distribuito gratuitamente in tutto il mondo, ma non è gratis la stampa e né la spedizione. Se volete che continui a esistere, aiutatelo, mandando un piccolo contributo! (Ricordiamo che l’importo del cosiddetto abbonamento al Bollettino si riferiva soltanto  alle spese postali, ormai insostenibili della sua spedizione e che molti, pur ricevendolo, continuavano a negarci, pretendendo per di più la pubblicazione di tutto ciò che inviavano). Non è forse vero che un amico è sincero allorchè operi nelle condizioni di bisogno dell’altro?

 

Visit

Mail Art Service  Edito numero: 

Mail Art Service SETTEMBRE 2021

Mail Art Service n°114 Giugno 2021

Mail Art Service n° 113 Marzo 2021

 

———————————————————————————————————————————–

Inoltre:

In visione sintesi del Bollettino n° 114 di Giugno 2021 “Mail Art Service”

pubblicato dall’Archivio Pirandello di Sacile.

Sommario:

Non circola l’aria di Domenico Defelice, Racconti intessuti di ricordi che verificano le vicende del suo passato alla luce del pre-sente, Concetto Pozzati, mostra presso La Città nel 1985. Recensione di Luigi Meneghelli, Aldo Spoldi, mostra allo Studio Marconi, Recensione di Giorgio Maragliano, in Flash Art, n.125 * Marzo 1985, Alighiero Boetti, mostra presso la Pinacoteca Comunale di Ravenna. Recensione di Maria Grazia Torri, *Arman, mostra presso il Mudima di Milano, 1991. Recensione di Marco Senaldi, L’angolo della poesia, Ferruccio Brugnaro, Vincenzo Gasparro, Verso una soluzione vincente nella lotta contro il  COVID-19,  Nuovo Progetto di arte postale di SANDRO BONGIANI ARTE CONTEMPORANEA, “TODAY I MAILED A BANANA TO RAY JOHNSON FOR 59. BIENNNIAL INTERNATIONAL OF VENICE 2022”, Annunciati i temi della 59ma Biennale d’Arte di Venezia,  Le Riviste, l’archivio, un artista in copertina.

Nuovo Progetto di arte postale

SANDRO  BONGIANI ARTE CONTEMPORANEA

“TODAY I MAILED A  BANANA TO RAY JOHNSON  FOR  59. BIENNNIAL INTERNATIONAL OF VENICE 2022”   

Spazio Ophen Virtual Art Gallery di Salerno (Italy)

Mostra  Collettiva Internazionale

Relazioni Marginali Attive / Banana to Ray  Johnson  for 59. Biennial of Venice 2022

progetto “Add & Return” in contemporanea con la 59. Biennale di Venezia 2022                                          

A  cura di  Sandro  Bongiani

INVIARE  A: 

GIOVANNI  BONANNO / BONGIANI ART MUSEUM

Via S. Calenda, 105/D   84126  SALERNO (SA).

(Scadenza  ultima del progetto 15  dicembre 2021)

Mostra da sabato 30 aprile  a domenica 28 agosto  2022

-Sala 29 – “Ray  Johnson”                                             

http://www.collezionebongianiartmuseum.it/sala.php?id=29

-Sala 21  – “Banana to Ray  Johnson”   

http://www.collezionebongianiartmuseum.it/sala.php?id=66                   

Tutte le opere pervenute saranno  archiviate nella Sala 21 e  conservate  in

permanenza  presso la Collezione Bongiani Art Museum in vista di ulteriori mostre.

http://www.collezionebongianiartmuseum.it

 e-mail: bongianimuseum@gmail.com

tel.  3937380225

© Collezione Bongiani Art Museum, Salerno – Italy  

PERCHE’ UN PROGETTO INTERNAZIONALE SULLA BANANA?

Ray Johnson diceva: “I’ve invented Flop Art. It comes after Pop Art.”

(ho inventato la Flop Art. Viene dopo la Pop Art).

Nel 1984 Ray Johnson aveva inviato a Bill de Kooning un‘opera di Mail art, lettering dal titolo: “December 28,  1984/1948  Dear Ruth Szowie today i mailed a banana to Bill de Kooning).  Nel 2019, dopo diversi decenni da questa opera (1984), l’artista Maurizio Cattelan si permette di esporre una banana “Comedian”, vera con nastro adesivo a parete all’Art Basel di Miami Beach, una delle fiere più importanti del mondo di arte contemporanea, con relativa orchestrazione collaborativa dell’artista David Datuna che andava a completare la performance iniziata dall’artista Italiano facile al conformismo e alla stanca ripetizione di idee indagate da altri precedentemente. Un’idea debole, un’operazione banale di sterile provocazione, nient’altro. La parola d’ordine è “Il suo valore risiede nell’idea”, questa di Cattelan, appunto, è sicuramente “l’idea di azzerare tutte le idee”, facendo affiorare l’inconsistenza del pensiero divenuto vuoto e fenomeno del  giorno. Il sistema dell’arte si fa  così promotore, interprete e garante del pretesto assunto a opera d’arte in quanto oggetto  svuotato a servizio del mercato ufficiale dell’arte globale. Ben vengano le banane di Ray Johnson, And Warhol e di tanti altri artisti che nella ricerca hanno elaborato immagini che  presupponevano una invenzione mentale e formale.

L’opera di “Today I mailed a banana to Bill de Kooning” incarna la riflessione, lo spiazzamento, il cortocircuito  con  prestazioni concettualmente elaborate che si occupavano di relazioni interpersonali, diceva Ray: “sono interessato a cose e cose che si disintegrano o si disgregano, cose che crescono o hanno aggiunte, cose che nascono da cose e processi del modo in cui le cose mi accadono realmente“.  nel 1945  Johnson lasciò Detroit per frequentare il progressivo Black Mountain College in North Carolina e nei  tre anni successivi entrò in contatto con  Josef Albers, Jacob Lawrence, John Cage e con  Willem de Kooning.  È proprio nel 1984,  si ricorda di Willem de Kooning,  inverte la data da 1984 a1948 (l’anno di frequentazione) e  invia una banana concettuale a  de  Kooning con una indagine ironica e profetica  da far rabbrividire il povero Cattelan portatore di  fumosi e funerei messaggi  partoriti troppo in fretta  con un destino ingrato di non poter ritrovare mai la luce.

Il progetto internazionale di arte postale  dedicato a Ray Johnson   in occasione della 59. Biennale Internazionale di Venezia 2022 vuole indagare l’invenzione delle  proposte creative  degli artisti marginali, piuttosto che  il sarcasmo  e le forzature mirabolanti delle idee  portate  alla ribalta in questo malconcio  palco-scenico del sistema ufficiale dell’arte, E’ una risposta anche a questa prossima 59. Biennale di Venezia del 2022, dal tema vago e generico “ìl latte dei sogni”  proposto volutamente “come tu mi vuoi” per qualsiasi scelta e indagine utile al sistema nichilista del mercato ufficiale dell’arte.  Sandro  Bongiani

CARTELLA STAMPA:

- 250 Ray Johnson 2022

Card da utilizzare n°1

Card da utilizzare n°2

INVIARE  A: 

GIOVANNI  BONANNO / BONGIANI ART MUSEUM

Via S. Calenda, 105/D   84126  SALERNO (SA).

(Scadenza  ultima del progetto 15  dicembre 2021)

Mostra da sabato 30 aprile  a domenica 28 agosto  2022

– Nuovo Progetto di arte postale

Nuovo Progetto di arte postale PDF

– Nuovo Progetto di arte postale

MAIL ART SERVICE è ben lieto di ricevere il materiale documentativo della vostra attività, tramite email, come allegato, indirizzandolo a bonandri@libero.it o, per posta, al seguente recapito: Andrea Bonanno, via Friuli n. 10 33077 SACILE (PN Pordenone).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: